Il Palazzo

PALAZZO ORSINI
E' situato in Piazza Giordano Bruno.
Costruito, nella seconda metà del XV secolo, per volere del Conte di Nola Orso Orsini, ha subito con il passare del tempo varie modifiche e cambi di destinazione.
Nato come residenza dei Conti Orsini, nel 1559, per volere della Contessa Maria Sanseverino, venne donato alla Compagnia di Gesù.
A seguito della cacciata dei Gesuiti dal Regno di Napoli, avvenuta nel 1767 il palazzo fu destinato ad uso militare quale quartiere Generale di Cavalleria. Nel 1860 vi fu allocato il Distretto Militare, soppresso qualche decennio fa. Dal 1994 è sede del Tribunale di Nola, della Procura della Repubblica presso lo stesso, nonché del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Nola.
Il Palazzo è in stile rinascimentale. La facciata principale, originariamente in tufo, venne in seguito ricoperta con i marmi dell'antico anfiteatro marmoreo di Nola e presenta una lunga incisione in latino che conferma non solo l'epoca della costruzione, ma anche il nome del committente . Vi sono, poi, tre file di finestre ed un bellissimo portale di ingresso. La pianta è quadrata ed all'interno si possono ammirare un ampio cortile ed un signorile giardino, oltre ad alcuni antichi ritrovamenti. Il Palazzo si può visitare solo previa autorizzazione della Presidenza del Tribunale.
Per completezza si deve aggiungere che altri Uffici del Tribunale di Nola sono allocati in un edificio di recente costruzione, sito in Via F. Napolitano.

La “Reggia Orsini”. Brevi notizie:
Il Palazzo dei Conti Orsini, più comunemente conosciuto come "Reggia", con l'adiacente cinquecentesca Chiesa del Gesù, forma la quinta urbana sud di Piazza Giordano Bruno. L'edificio, costruito dagli Orsini nel 1461, ospita attualmente il Tribunale di Nola e si presenta con una facciata semplice e razionale, fatta eccezione per lo stupendo portale d'accesso, finemente scolpito. La facciata, interamente rivestita di lastre di marmo (secondo il medico Nolano Ambrogio Leone nel libro "De Nola Patria", Venezia 1514, i marmi sarebbero stati asportati dall'anfiteatro marmoreo di Nola), presenta tre piani, di cui il centrale "nobile" con funzione residenziale per la nobile Casata; il piano terra destinato a scuderie e servizi, ed il piano più alto alla servitù. Al di sotto dell'unica cornice marcapiano è incisa a caratteri capitali una lunga iscrizione in latino. Altri elementi degni di nota all'interno dell'edificio risultano l'archivoltato androne d'accesso, l'ampia corte, la scala con il bel portalino e le pregevoli volte a crociera, con gradini di piperno.

Il Palazzo
Visualizza